Perché usare i bitcoin quando si possiede già un conto in banca?

Indice dei contenuti

Se vuoi sapere perché usare i bitcoin quando si possiede già un conto in banca, sei nel posto giusto. In questa guida ti spiegheremo ogni dettaglio utile su queste monete digitali e i motivi che spingono le persone a orientarsi su queste soluzioni. Ma prima di capirlo, scopriamo insieme cosa sono i bitcoin e da cosa deriva tutta la loro fama.

Bitcoin: cosa sono

I bitcoin sono delle criptovalute molto diffuse da ormai più di 10 anni. Sono state create nel 2008 da un gruppo di hacker che agivano sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. I bitcoin vengono adoperati per eseguire diverse transazioni, tra cui l’acquisto di beni e servizi, l’investimento e anche la conversione in un’altra valuta. I bitcoin circolano sul web e sono ancora pochi i negozi fisici che li accettano come sistema di pagamento.

Sul web esiste un registro digitale dove gli utenti possono scambiare transazioni con i bitcoin, ossia la blockchain. Si tratta di un database dove si trovano le catene in blocchi di questa criptovaluta. Si potranno aprire dei portafogli digitali personali, ossia i wallet, e custodire tutti i propri bitcoin. La valuta dei bitcoin è volatile e può cambiare in base a molti fattori. Investire in bitcoin infatti può portare a molti guadagni come anche a molte perdite.

Gli utenti della blockchain monitorano e validano ogni transazioni perché il sistema è gestito unicamente dai miner. I miner sono gli utenti più avanzati che si occupano anche di costruire nuovi blocchi di bitcoin utilizzando dei sistemi molto avanzati, ossia dei pc con una grande potenza di calcolo.

La caratteristica più importante dei bitcoin, che ci farà capire anche perché usarli quando si ha già un conto in banca, è che queste criptovalute sono decentralizzate. Questo significa che i bitcoin non sono collegati a nessun istituto centrale, come la banca, che controlla e monitora tutte le transazioni. Sono gli stessi miner, gli utenti, a controllare che ogni movimento di bitcoin venga fatto secondo le regole e che non ci siano frodi.

Come funziona il sistema bitcoin

Per capire perché usare i bitcoin quando si possiede già un conto in banca, è importante conoscere il funzionamento del sistema. I miner sono i vari computer collegati tra di loro nella rete di condivisione di file, ossia i bitcoin. Funzionano un po’ come le piattaforme dove si scaricano i film, in cui vengono messi a disposizione dei file usati poi dai vari utenti che a loro volta distribuiscono dei loro contenuti.

Ogni miner dispone di un wallet, ossia un portafoglio digitale con dei codici di accesso che consentono di entrare nella rete bitcoin. Il wallet ha delle chiavi segrete e delle chiavi pubbliche. Il wallet diventa così una sorta di conto in banca dei bitcoin poiché mette a disposizione sia dei codici con cui effettuare le transazioni, come gli IBAN delle carte o i codici identificativi, e poi dispone di codici segreti per gestire internamente il proprio patrimonio, come le classiche password.

Per usare i bitcoin ci si potrà servire sia di un computer altamente specializzato che del cellulare. Si potranno installare dei software con una chiave di decrittazione. Per spendere i bitcoin bisognerà avere una chiave personale che riporta direttamente al proprio wallet.

Perché usare i bitcoin quando si possiede già un conto in banca?

Capire perché usare i bitcoin quando si possiede già un conto in banca è fondamentale per fare i primi passi in questo settore. Prima di tutto occorre capire che, proprio come avere un conto in banca, anche usare i bitcoin è legale. Non bisogna infatti pensare che le monete digitali non abbiano valore proprio come le banconote tradizionali. I bitcoin sono un‘unità di conto e sono legali in tutto il mondo.

Ma i bitcoin hanno dei vantaggi molto numerosi. Innanzitutto si tratta di un sistema veloce. Quando si riceve un pagamento o un assegno da una banca sul proprio conto corrente, di solito sono richiesti alcuni giorni per poter accedere ai soldi. Questo accade perché la banca non ha subito la certezza che i fondi siano disponibili nell’immediato. Anche i bonifici nazionali e internazionali possono avere un tempo lungo per l’erogazione.

Invece le transazioni con i bitcoin sono più rapide  e spesso non richiedono la conferma. Gli utenti possono infatti “rischiare” accettando una transazione non accettata dai miner. Questo per avere subito il denaro, altrimenti si potranno attendere circa 10 minuti per l’accettazione. Comunque si tratta di un periodo di tempo inferiore rispetto a quello bancario.

Bitcoin quando si possiede già conto in banca: perché preferirlo

In realtà custodire dei bitcoin potrebbe avere molti vantaggi per chi invece possiede il conto in banca. Infatti quando si hanno i propri soldi in banca, o l’intero patrimonio personale, può capitare che in alcuni periodi di forte crisi economica o di crisi governativa, la banca scelga di ritirare tutti i soldi depositati. È accaduto a Cipro nel 2013 ed è accaduto in Afghanistan nel 2021. Per avere la sua ricapitalizzazione, la banca potrebbe ritirare i depositi di un certo tipo causando ovviamente dei grandi dissidi nelle persone.

Con i bitcoin questa situazione non potrebbe mai accadere. Questo perché, come abbiamo già potuto notare, i bitcoin non sono decentralizzati. Nessun istituto centrale quindi ha il controllo sui bitcoin. Nessuna banca potrà quindi portare via i bitcoin. E questo rappresenta un grande vantaggio sul sistema dei bitcoin anche quando si possiede già un conto in banca.

Svantaggi dei bitcoin gli investimento

Ovviamente, anche il sistema dei bitcoin ha alcuni punti a sfavore. Ad esempio negli investimenti il rischio esiste sempre, proprio come nel mercato economico tradizionale. Il valore della valuta del bitcoin è volatile. Infatti potrebbero esserci numerose oscillazioni nell’arco della stessa giornata. Investire in bitcoin quindi potrebbe portare a dei grandi guadagni come a delle grandi perdite.

Quindi investire nelle criptovalute significa che bisogna sempre sapere che la conoscenza dei bitcoin nel mercato è ancora molto basso.

Un altro svantaggio è che non si possono chiedere i rimborsi, proprio come il contante. Una volta inviati, i bitcoin non possono tornare al suo precedente possessore.

Ora che sai perché scegliere i bitcoin quando si ha già un conto in banca, potrai valutare al meglio l’acquisto di queste criptovalute.