Bitcoin: la moneta virtuale sia per persone sia per aziende

I bitcoin sono una tipologia di moneta virtuale. Senz’altro la più conosciuta e diffusa. La circolazione e l’utilizzo di questa valuta avvengono in modo esclusivo all’interno di una dimensione digitale. Quindi non hanno un’entità fisica. A seguito del loro possesso è tuttavia possibile eseguire delle operazioni commerciali, delle conversioni, degli investimenti oppure delle attività speculative. Una delle peculiarità più interessanti del bitcoin si rintraccia nel fatto che la loro valutazione dipende soltanto da dinamiche di mercato. Di conseguenza sono la domanda e l’offerta a determinare l’andamento della loro quotazione. In quanto non esiste alcuna autorità centrale a cui fanno riferimento. Né ci sono degli organismi nazionali e sovranazionali in grado di svolgere una politica monetaria che possa influenzare i processi riguardanti la valutazione della moneta virtuale.

Sebbene la circolazione dei bitcoin si manifesti in dimensioni alternative ciò non toglie che il loro possesso e soprattutto il loro utilizzo siano ritenute attività perfettamente legali. Le operazioni commerciali avvengono regolarmente all’interno di uno spazio telematico apposito, la blockchain, dove un sistema crittografico consente di renderle sicure e di autenticarle. In ogni caso, al fine di poter svolgere qualsiasi tipologia di azione con i bitcoin, è indispensabile possedere un portafoglio virtuale, il wallet. Che oltretutto consente di conservare la criptomoneta, nonché di ricevere ed effettuare i pagamenti. La disponibilità di bitcoin è possibile che avvenga da parte di una persona fisica oppure di un’impresa.

La blockchain

E’ importante definire cosa sia la blockchain prima di annoverare gli aspetti favorevoli derivanti dall’utilizzo dei bitcoin, nei riguardi di singoli individui e di attività commerciali. La blockchain non è altro che un registro telematico dove si traccia la totalità delle transazione che vengono compiute. Rappresenta quindi un database che permette di gestire i movimenti della moneta virtuale in modo sicuro, eseguiti dai vari utenti che ne fanno parte. All’interno della blockchain i partecipanti rappresentano una sorta di nodo di un sistema ramificato complesso, dove ciascun membro allo stesso tempo è client e server. Il complesso di regole che si seguono una volta che si è parte, sono decise a livello convenzionale e si ritengono immodificabili. Il sistema garantisce anche di svolgere le transazioni in modo rapido, anche perché non esiste alcun intermediario che intervenga nelle procedure.

  • I soli partecipanti sono gli attori che si trovano a completare una operazione commerciale. L’accesso al sistema e le relazioni tra gli eventuali partner commerciali si ritengono attività protette, in quanto fondate sull’utilizzo di un sistema di crittografia, cosiddetta asimmetrica. Che consiste nel fatto che ogni utente detiene una coppia di chiavi: una chiave pubblica e una chiave privata. Le due chiavi sono connesse attraverso una trasmissione di messaggi criptati, attraverso cui ognuna riconosce l’altra. La chiave pubblica rappresenta il proprio indirizzo all’interno del sistema e permette di instaurare una relazione con un altro utente. La seconda invece è personale e serve ad accedere al proprio dominio.

I vantaggi per le imprese

Anche le imprese possono utilizzare i bitcoin come strumento per compiere delle transazioni. In quanto le operazioni commerciali avvengono in modo diretto, sicuro e senza che trascorrano dei periodi di tempo prolungati. Un’impresa che decide di svolgere un pagamento oppure la ricezione di una somma di danaro utilizzando la moneta virtuale, deve presupporre, come è ovvio, che l’altra parte accetti di relazionarsi seconda questa modalità. Con l’utilizzo di bitcoin si evita l’eventualità che la transazione possa venire annullata, a seguito degli effetti di un tentativo di frode o per un malfunzionamento della carta di credito. La velocità di trasferimento del credito è inoltre un altro aspetto che si ritiene vantaggioso per le imprese. Si ricorda che un trasferimento di bitcoin transoceanico si compie in pochi minuti. Spesso le imprese sono tenute a fornire delle documentazioni che rappresentano la propria situazione contabile.

  • Attraverso l’esibizione dei propri riferimenti bitcoin è possibile consentire una verifica del bilancio e delle transazioni. A proposito delle relazioni negoziali, si ritiene dunque irrilevante la lontananza dei partner commerciali, in quanto la piattaforma permette di completare le procedure in tempi molto rapidi. Oltretutto si possono affrontare in qualsiasi ora e non si devono attendere conferme a distanza di giorni che testimonino il compimento della transazione avvenuta. In quanto non esistono degli intermediari bancari che intervengono nella relazione negoziale. E’ necessario in ogni caso agire con cautela, soprattutto nel momento in cui si custodiscono i bitcoin all’interno del proprio wallet. Perché, specie alcune tipologie di portafoglio, sono esposte al rischio di subire dei cyberattacchi finalizzati a compiere dei furti. Inoltre si possono perdere le chiavi di accesso e non poter più disporre del contenuto del portafoglio virtuale. Si stimano cifre rilevanti di esemplari non più disponibili da parte di legittimi proprietari soltanto per il fatto che sono andati persi.

I vantaggi per le persone fisiche

A proposito delle persone fisiche, i vantaggi che scaturiscono dalla detenzione delle moneta virtuale sono molteplici, sebbene dipendano anche dal tipo di utilizzo che se ne fa. Nel caso si dovessero svolgere delle operazioni commerciali e quindi spedire o ricevere bitcoin, varrebbero le medesime previsioni favorevoli considerate in precedenza a proposito delle imprese. In quanto si opererebbe in una dimensione sicura, dove le attività si potrebbero svolgere in tempi assai ristretti. Nel caso invece si volessero realizzare delle attività speculative, si riscontrerebbero degli eventuali vantaggi anche in quest’ambito. Perché la quotazione di bitcoin, com’è noto, subisce fisiologicamente delle frequenti e improvvise oscillazioni, dovute al fatto che sul valore della moneta virtuale influiscono esclusivamente la domanda e l’offerta. Quindi se si sapessero interpretare determinate dinamiche ed intuirne gli effetti si potrebbero conseguire dei vantaggi economici.

Per compiere operazioni di carattere speculativo, che comportano l’acquisto e la vendita di bitcoin, è opportuno frequentare delle apposite piattaforme telematiche. Che consentono di conoscere in maniera approfondita le dinamiche che subisce la moneta virtuale. Si tratta di portali web dove viene offerta anche la possibilità di visionare dei grafici, attraverso cui verificare una serie di processi che coinvolgono i bitcoin. Si devono inoltre utilizzare dei siti di exchange, che permettono di operare delle conversioni della criptovaluta in moneta tradizionale.